Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Topiramato nella profilassi degli attacchi di emicrania


L’FDA ha approvato il Topiramato ( Topamax ) nella profilassi dell’emicrania.

Gli studi clinici hanno evidenziato che circa metà di tutti i pazienti che hanno ricevuto la dose giornaliera raccomandata di Topiramato hanno presentato una riduzione significativa degli attacchi mensili di emicrania rispetto al placebo.

L’impiego del Topiramato nel trattamento in acuto dell’emicrania non è stato studiato.

I più comuni effetti indesiderati del Topiramato sono: formicolio alle estremità, senso di affaticamento, perdita di appetito, nausea, alterazione del gusto, diarrea, alterazioni cognitive, perdita di peso.

Con l’impiego del Topiramato sono stati riportati anche gravi effetti indesiderati.
Uno di questi è l’oligoidrosi ( ridotta sudorazione ) ed ipertermia.

Inoltre, il Topiramato può causare acidosi metabolica ipercloremica ( ridotto bicarbonato sierico ).
Negli studi clinici la percentuale di ridotto bicarbonato sierico è risultata compresa tra il 23% e il 67% dei pazienti trattati con Topiramato contro l’1-10% dei pazienti del gruppo placebo.

L’incidenza di bicarbonato sierico marcatamente ridotto è stata del 3-11% nel gruppo Topiramato.
Le riduzioni di bicarbonato sierico si presentano, generalmente, precocemente dopo assunzione di Topiramato. ( Xagena2004 )

Fonte FDA, 2004

Neuro2004 Farma2004


Indietro