Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

La caffeina è un modesto fattore di rischio per l’insorgenza della cefalea cronica quotidiana


Uno studio basato sulla popolazione ha valutato la possibile associazione tra il consumo di caffeina con la dieta e l’impiego della caffeina come medicinale e la cefalea cronica quotidiana.

Sono stati arruolati 206 soggetti con più di 180 giorni di cefalea nel corso di un anno, confrontati con persone ( n= 507 ) con 2-104 giorni/anno di cefalea ( gruppo controllo ).

Rispetto ai controlli con cefalea episodica, i soggetti affetti da cefalea cronica quotidiana presentavano una maggiore probabilità di essere stati forti consumatori di caffeina prima dell’insorgenza della cefalea cronica quotidiana ( odds ratio, OR = 1.50; p = 0.05 ).

Non è stata riscontrata alcuna associazione riguardo al consumo corrente di caffeina ( cioè, dopo la comparsa di cefalea cronica quotidiana ) ( OR = 1.36; p = 0.12 ).

L’analisi secondaria ha evidenziato che erano a maggior rischio le donne d’età inferiore ai 40 anni ( OR = 2.0; p = 0.02) ed i soggetti con cefalea cronica episodica ( in opposizione alla cronica continua; OR = 1.69; p = 0.01), senza consulto medico ( OR = 1.67; p = 0.04 ) e di recente insorgenza ( meno di 2 anni; OR = 1.67; p = 0.03 ).

I dati di questo studio hanno indicato che il consumo di caffeina con la dieta e come medicinale sembra essere un modesto fattore di rischio per l’insorgenza della cefalea cronica quotidiana.( Xagena2004 )

Scher AI et al, Neurology 2004; 63: 2022-2027

Neuro2004


Indietro